Nuove forme e interpretazioni per reinventare ciò che viene fatto da sempre

ll caso: Lana Aquilana

In Case history on 15 settembre 2015 at 8:00 am

lana-aquilanaLei accompagna il gregge chiamando le pecore per nome, lui le munge.
Lei le accarezza, lui le tosa.

Valeria ha una laurea in veterinaria in sospeso, Ovidio un sorriso assassino che ha impedito a quella studentessa impertinente di tornare a Teramo a discutere la sua ricerca sulla “pecora pagliarola di Barisciano”: è rimasta lassù invece, accanto a lui nella piana di Campo Imperatore, cuore del Parco del Gran Sasso.

Da qui posta le foto dei loro due figli, delle amate pecore e delle raffinate creazioni “AquiLana”, il marchio che ha creato per i suoi morbidissimi filati di lana, fatti pettinare a Biella e colorati solo con galle di quercia, reseda, ginestra, legno campeggio, guado, camomilla.

Link:   lanaquilana.blogspot.it
Link:   facebook.com

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: