Nuove forme e interpretazioni per reinventare ciò che viene fatto da sempre

Tom Schifanella: raccogliere etichette di alberghi

In Curiosità, Vintage on 28 febbraio 2018 at 8:00 am

Capita di vederle solo nei vecchi film o su qualche cimelio di famiglia nascosto in soffitta, ma almeno fino agli anni ’60 poteva capitare di trovare, appiccicate a valigie e bauli, le etichette degli alberghi.

In uso da fine ‘800 e per buona metà del ‘900 il loro utilizzo principale era per evidenziare con immediatezza il bagaglio.

In poco tempo, però, diventarono anche un’occasione per fare promozione a una struttura alberghiera, e “feticci” per viaggiatori di lungo corso.

Una bella raccolta, questa interamente visibile online, è quella di Tom Schifanella, graphic designer americano ma di chiare origini italiane. Di base in Florida, Schifanella ha aperto qualche anno fa un profilo Flickr chiamato “Art of the Luggage Label“, sul quale ha caricato oltre 3000 esemplari.




Link:   flickr.com

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: