Nuove forme e interpretazioni per reinventare ciò che viene fatto da sempre

Assemblare mattoni con il supporto di tecniche digitali

In Curiosità, Tecniche digitali, Urban on 26 giugno 2020 at 8:00 am

I team di Gramazio Kohler Research and Incon hanno recentemente collaborato ad un progetto di architettura che unisce savoir-faire digitale e l’artigianato tradizionale, al fine di creare una nuova tecnica costruttiva.
Completato nel 2019, “Augmented Bricklaying“, questo il titolo del progetto, si basa su marcatori digitali che danno indicazioni ai muratori per assemblare i mattoni con sequenze geometriche complesse.

Il metodo combina i vantaggi della progettazione computazionale con la destrezza umana, supportando le procedure con un sistema innovativo.

Per creare la struttura di 225 metri quadrati, i muratori hanno assemblato 13.596 mattoni in file diverse.
Gli spessori della malta vanno da 5 a 30 millimetri e aiutano a determinare la rotazione di ogni mattone che va da -20 ° a + 20 °.

Così, hanno affermato: “In questo modo la malta, di solito trattata come materiale secondario nella progettazione di pareti in mattoni a vista, è diventata un elemento determinante nell’aspetto della facciata“.






Link:   gramaziokohler.arch.ethz.ch
Link:   incon.ai

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: