Nuove forme e interpretazioni per reinventare ciò che viene fatto da sempre

Marta Monge: probabilmente, il primo ed unico progetto di design dedicato ai migranti clandestini

In Curiosità on 23 settembre 2020 at 8:00 am

La giovane designer Marta Monge si è inventata per la sua tesi di laurea una fittizia agenzia europea contro l’immigrazione clandestina e tre strumenti pensati proprio per i viaggi al limite dell’impossibile dei migranti.
E se il ruolo del designer è anche quello di “stimolare le persone al dialogo e creare dibattito su problemi reali”, allora la giovane designer torinese ha scelto il tema e il momento giusto per presentare la sua tesi di laurea che mira proprio ad accendere (in modo ragionato) la conversazione su quest’argomento di strettissima attualità.

La tesi si chiama Border Crossings e consiste in tre oggetti, “strumenti da viaggio”, pensati per i clandestini.

Il risultato è un intelligente corto circuito tra reale e immaginario.
Ma davvero plausibile …




Link:   investn-border-crossings.tumblr.com

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: