Nuove forme e interpretazioni per reinventare ciò che viene fatto da sempre

“La Perruque”: una rivista stampata sugli scarti di produzione delle tipografie

In Curiosità on 10 novembre 2020 at 8:00 am

Era il 2015 quando il giovane designer Olivier Bertrand, all’epoca studente della École européenne supérieure d’art de Bretagne, a Rennes, decise di lavorare a un progetto di laurea focalizzato sulla tipografia e su possibili modelli economici alternativi per l’industria editoriale.
Con una tipografia locale, Bertrand pensò di utilizzare, a costo zero, un sottile spazio bianco che, nei tradizionali processi di stampa, è considerato come uno scarto.

Dopo la laurea, il designer ha pensato di portare avanti l’idea scegliendo, come nome definitivo “La Perruque“.
Il termine, che letteralmente significa “la parrucca”, in realtà indica una pratica di riappropriazione, da parte dei lavoratori, del proprio tempo e della propria umanità.

Link:      la-perruque.org
Link:     olivierbertrand.com
Via:      frizzifrizzi.it

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: