Nuove forme e interpretazioni per reinventare ciò che viene fatto da sempre

Archive for the ‘Arte’ Category

Lisa Lloyd: arte in carta da “prima pagina”

In Arte on 16 maggio 2018 at 8:00 am

L’artista britannica Lisa Lloyd utilizza carta.
Costruisce uccelli dal piumaggio sgargiante, composizioni floreali ed altri soggetti con strati di carta multicolore tagliata con precisione.
Le sue opere tridimensionali sono spesso ispirate a colori e motivi presenti in natura.
Leggi il seguito di questo post »

Annunci

Il mondo ‘tessellato’ di Goran Konjevod

In Arte on 14 maggio 2018 at 8:00 am

Goran Konjevod è un ingegnere informatico che vive in California.
L’ossessione per i numeri e il pensiero matematico lo hanno portato ad appassionarsi ad uno dei fenomeni che il mondo artistico della carta è stato in grado di produrre: gli origami tessellati.
Leggi il seguito di questo post »

Dylan Martinez: sacchetti in “vetro”

In Arte on 8 maggio 2018 at 8:00 am

L’artista Dylan Martinez combina le diverse tecniche di soffiatura del vetro con forme scultoree.
Con questo stratagemma plasma il vetro come fosse un sacchetto di plastica trasparente.

Attraverso questi lavori, Martinez crea scenari che confondono l’interpretazione dello spettatore.
Dylan è daltonico. Non stupisce infatti che ironizzi sul punto di vista e che abbia scelto un materiale di colore neutro per le sue opere.
Leggi il seguito di questo post »

“Disegnare” sculture in ferro come Roberto Fanari

In Arte on 7 maggio 2018 at 8:00 am

Lavorando con sezioni diverse di filo di ferro, l’artista italiano Roberto Fanari costruisce sculture figurative a grandezza naturale di persone e animali.
Applica il materiale in una modalità che sembra tracciare il soggetto con una matita su un foglio di carta.
Insistendo dove serve e con avarizia nelle zone di trasparenza.
Leggi il seguito di questo post »

Rimpiere i vuoti come nelle geometrie di Kristen Meyer

In Arte, Geometrie on 24 aprile 2018 at 8:00 am

La stilista  Kristen Meyer fonde materiali quotidiani in motivi geometrici.
Nella sua sede a New Haven, nel Connecticut, raccoglie cracker, bastoncini, spaghetti, erbe e altre diavoleria per poi organizzarle in cerchi e quadrati.

La finezza viene dal suo uso dello spazio negativo, creando linee di confine implicite che aiutano a completare la forma senza una densità piena di “ingredienti”.
Leggi il seguito di questo post »

Amanda McCavour: fantasie in filamenti di tessuto

In Arte on 17 aprile 2018 at 8:00 am

Le installazioni di Amanda McCavour si compongono di soggetti realizati con filo e macchina da cucire.
Una volte composte si rivolgono all’osservatore muovendosi attraverso due o tre dimensioni.

Ricama su un tessuto speciale che si dissolve in acqua creando una superficie compatta.
Leggi il seguito di questo post »

David Moreno: edifici sfumati

In Arte on 16 aprile 2018 at 8:00 am

David Moreno è uno scultore spagnolo.
Le sue opere architettoniche si esprimono su tre dimensioni.

Non solo.  A vederle sembra che ognuna delle tre tenda a sfumare in corrispondenza del suo punto di fuga.
Con centinaia di segmenti a lunghezza variabile crea e abbozza edifici, senza dimenticare aperture, porte e scale.
Leggi il seguito di questo post »

L’arte tessile di Jannick Deslauriers

In Arte on 11 aprile 2018 at 8:00 am

L’artista Jannick Deslauriers ha sede a Montreal.
Maneggiando materiale tessile compone elaborati pezzi meccanici, spesso a grandezza naturale.
Cuce metri di seta, tulle e reti di alluminio, giocando con le relative trasparenze.

Una delle sue ultime opere, “Sentence, souffle et linceul“, è una replica in scala reale di un’auto demolita.
Leggi il seguito di questo post »

Kit Paulson: anatomie in vetro

In Arte on 6 aprile 2018 at 9:00 am

Kit Paulson ha un vasto interesse per l’arte, la scienza e la storia.

Ha saputo intersecare i suoi interessi in un percorso di scultore.
Plasma il vetro.
Negli ultimi anni ha esplorato l’anatomia umana, costruendo intorno ad essa trame vitree…
Leggi il seguito di questo post »

Ekaterina Lukasheva: matematica, geometria e origami

In Arte on 5 aprile 2018 at 8:00 am

Ekaterina Lukasheva ha provato per la prima volta a piegare la carta all’età di 14 anni, quando un professore di matematica le mostrò un libro sui “kusudama“.

Nel suo laboratorio di Mosca utilizza tecniche che richiedono una certa comprensione per la geometria fuori dal comune.
Compone con colla e cucendo i singoli pezzi l’uno all’altro.
Con l’aiuto di una laurea universitaria in matematica e programmazione, ha poi elaborato forme sempre più complesse…
Leggi il seguito di questo post »

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: