Nuove forme e interpretazioni per reinventare ciò che viene fatto da sempre

Archive for the ‘Case history’ Category

Tanabe Chikuunsai : intrecciare bambù da quattro generazioni

In Case history on 11 ottobre 2021 at 8:00 am

L’artista giapponese Tanabe Chikuunsai IV intreccia strisce di bambù in opere monumentali che sembrano crescere da pareti e soffitti.
Le sue creazioni cave e circolari utilizzano uno stile di tessitura ruvida che la sua famiglia ha praticato per generazioni: il padre, il nonno e il bisnonno di Tanabe lavoravano tutti con tecniche artigianali tradizionali e condividevano il nome Chikuunsai, che si traduce in “nuvola di bambù“.
Leggi il seguito di questo post »

Carraro Chabarik: mosaico contemporaneo

In Case history on 5 ottobre 2021 at 8:00 am

Carraro Chabarik è un progetto che crede nell’arte musiva, una bottega artigiana contemporanea che coniuga pensiero creativo e capacità realizzativa.
Il laboratorio ha sede nel centro storico di Udine e si occupa infatti sia dell’ideazione che della composizione dei mosaici.
Leggi il seguito di questo post »

Alain Lovemberg: incisore metallo per armi da fuoco

In Case history, Decorazione on 9 settembre 2021 at 8:00 am

Dietro alla decorazione del metallo a cesello c’è una vasta scuola di pensiero.
Una pratica nota e praticata sin dalla notte dei tempi.

Alain Lovemberg ne è un’esponente contemporaneo.
La sua specialità è la cesellatura per armi da fuoco. La esegue con la dedizione di un amanuense nel suo laboratorio di Durbuy, in Belgio.
Leggi il seguito di questo post »

Lavorare le pelli come Chris Murner

In Accessori abbigliamento, Case history on 7 settembre 2021 at 8:00 am

Chris Murner, avventuriera e lavoratrice della pelle da oltre 30 anni, realizza borse nei suoi laboratori a Carouge, nel cantone svizzero di Ginevra.
Il suo universo è incentrato sulla creazione attraverso la ricerca dell’espressione personale e su una vasta gamma di accessori di uso quotidiano.
Leggi il seguito di questo post »

Thomas Brown: la professione di uno scalpellino

In Case history, Restauro on 17 giugno 2021 at 8:00 am

Thomas Brown è scultore e scalpellino. Lavora per il “London Stone Curving“, un team pluripremiato di scalpellini, scultori e costruttori con oltre quattro decenni di esperienza nella lavorazione della pietra.
Thomas e il suo team hanno lavorato su alcuni degli edifici storici più prestigiosi d’Inghilterra.
Leggi il seguito di questo post »

Il modernismo catalano di Jordi Domènech

In Case history, Decorazione on 15 giugno 2021 at 8:00 am

C’è stato un tempo, nel modernismo catalano, in cui gli edifici erano coperti da volte che simulavano le forme della natura.
Gli architetti dell’epoca, come Gaudí, Domènech e Montaner, si impegnavano a creare curve apparentemente impossibili.
La costruzione di tali forme organiche naturalistiche era possibile grazie a una tecnica conosciuta come “volta catalana” o “volta a tegole sottili“.
Leggi il seguito di questo post »

Jim Niehues: cartografo o artista ?

In Case history on 11 giugno 2021 at 8:00 am

Al cartografo Jim Niehues viene spesso chiesto se si considera un cartografo o un artista.
In questo articolo a lui dedicato discute i ruoli della cartografia e dell’arte nella sua pratica cartografica e condivide il suo viaggio in questo campo altamente specializzato.
Leggi il seguito di questo post »

James Otter: costruire surf nell’atmosfera della Cornovaglia

In Case history, Sports on 9 giugno 2021 at 8:00 am

Nell’omonima azienda dal marchio “Otter Surfboards“, James Otter realizza tavole da surf in legno.
Lo fa creando una cavità al loro interno attraverso un preciso scheletro costruttivo.
Per respirarne meglio l’atmosfera del laboratorio e venire a contatto con la filosofia del progetto, invita i surfisti nella sua sede in Cornovaglia, nel Regno Unito, per costruire la propria tavola di legno.
Leggi il seguito di questo post »

La storia di Atelier Vierkant

In Case history on 2 giugno 2021 at 8:00 am

Dietro la storia di Atelier Vierkant si nasconde quella di Willy Janssens, vivaista belga che passò diverso tempo alla ricerca del vaso più adatto alle sue piante.

Specializzatosi nella coltivazione dell’alloro, avrebbe voluto per le sue piante delle fioriere dal design maggiormente pulito. Più pulito delle classiche terracotte toscane, tanto per intendersi, ma il mercato non offriva grande scelta.
Leggi il seguito di questo post »

“Legatoria Moderna”: la creatura di Eva Seminara

In Case history on 11 aprile 2021 at 8:00 am


Eva Seminara raccoglie l’eredità di una bottega di legatoria nata nel 1966, con sede a Udine in Palazzo Brazzà.
Nel 1999 ne diventa titolare, con il desiderio di custodire l’atmosfera artigiana del laboratorio, pur adeguando e modernizzando alcune attrezzature.
Leggi il seguito di questo post »

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: