Nuove forme e interpretazioni per reinventare ciò che viene fatto da sempre

Archive for the ‘Case history’ Category

Tramontin: due sorelle nell’universo delle gondole

In Case history on 29 luglio 2019 at 8:00 am

Venezia. Elisabetta ed Elena Tramontin insieme dopo la morte del padre, hanno lasciato tutto per dedicarsi al cantiere di famiglia.
Una dipinge le barche, l’altra accoglie i visitatori.
Tra un mese il loro primo varo.
Elena ed Elisabetta sanno di dover dimostrare che lo squero di famiglia è ancora in buone mani, le loro.
Leggi il seguito di questo post »

Annunci

Marta Cucchia: produrre damascati in una ex chiesa

In Case history on 27 giugno 2019 at 8:00 am

Una storia di famiglia e di territorio, quella di Marta Cucchia.
Nell’ex chiesa di San Francesco delle Donne, a Perugia, tesse a mano con telai antichi preziose stoffe damascate, portando avanti una tradizione iniziata nel primo ‘900 da sua bisnonna, Giuditta Brozzetti.
Leggi il seguito di questo post »

Citazioni e aforismi 108: Maria Montessori

In Case history on 26 maggio 2019 at 8:00 am

… Il lavoro manuale con un fine pratico, aiuta ad acquisire una disciplina interiore…

Maria Montessori
Leggi il seguito di questo post »

Le miniature di Kath Holden

In Case history on 23 aprile 2019 at 8:00 am

Kath Holden realizza piccole sculture prendendo spunto da oggetti di vita quotidiana.
Ogni circostanza diventa stimolo per nuovi oggetti, anche una visita dal suo medico.

Kath Holden gestisce Delph Minatures insieme ad una compagna d’avventura: Margaret Shaw, specializzata in prodotti alimentari come bistecche preconfezionate, cestini di frutta e vassoi di brownies.
Leggi il seguito di questo post »

Angelo Lussiana: dalla finanza al cartone

In Case history on 21 febbraio 2019 at 8:00 am

Per la sua Cardboard Design, ogni mattina si dedica al cartoni. Pomeriggio e sera ai suoi clienti finanziari.

Dopo 25 anni di lavoro in banca, Angelo Lussiana si mette in proprio. Come creativo e promotore finanziario.
Il materiale comune a tutti i suoi prodotti è il cartone, quello ondulato, degli scatoloni.
Leggi il seguito di questo post »

Sergio Boldrin: maestro mascheraio

In Case history on 18 febbraio 2019 at 8:00 am

Sergio Boldrin, classe ’57.
Vive e lavora nella sua Venezia, cornice unica ed ideale per la professione che ha abbracciato.

E’ maestro mascheraio con due noti atelier nella in città che gestisce con il fratello Massimo.
Qui, la cartapesta, è la materia prima.
La bottega è celebre anche per aver collaborato con il teatro e con il cinema, in particolare con le maschere realizzate per il film di Stanley Kubrick “Eyes Wide Shut“.
Leggi il seguito di questo post »

La filosofia dello sci secondo Christian Alary

In Case history on 12 febbraio 2019 at 8:00 am

La Fabrique du Ski è un marchio che pone nel 2013 lo stato di inizio attività.
Il suo fondatore, Christian Alary, ha lavorato per un famoso marchio di snowboard e sci negli Stati Uniti, fino a quando non decise di rimpatriare per fondare una propria compagnia.
Leggi il seguito di questo post »

Citazioni e aforismi 96: Konstantinos Kavafis

In Case history on 9 febbraio 2019 at 8:00 am

…..
“Sempre devi avere in mente Itaca, raggiungerla sia il pensiero costante.
Soprattutto, non affrettare il viaggio; fa che duri a lungo, per anni, e che da vecchio metta piede sull’isola, tu, ricco dei tesori accumulati per strada senza aspettarti ricchezze da Itaca.

Itaca ti ha dato il bel viaggio, senza di lei mai ti saresti messo sulla strada: che cos’altro ti aspetti? ….
Leggi il seguito di questo post »

La natura minimalista di Trüf

In Case history, Tecniche digitali on 24 gennaio 2019 at 8:00 am


Fondato nel 2006 da Adam Goldberg e Monika Kehrer, lo studio americano Trüf, di base in California, lavora principalmente nel campo del branding ma, tra un cliente e l’altro, nei loro assolati uffici di Santa Monica i designer si tengono in allenamento creando piccole serie illustrate che obbediscono ai principi estetici che guidano anche l’attività commerciale dell’agenzia, il minimalismo.
Leggi il seguito di questo post »

Lorenzo Bassotti: declinare tutto ad una fonte di luce

In Case history, Riciclo on 7 dicembre 2018 at 8:00 am

Lorenzo Bassotti era un magazziniere.
Lo è stato per vent’anni prima di concedersi di occuparsi a tempo pieno forse alla sua vera natura: quella di trasformare oggetti sotto una nuova luce.
Già, perchè è proprio con la luce che Lorenzo manipola i suoi oggetti di recupero.

Dal suo laboratorio, tra trapani e smerigliatrici qualsiasi oggetto ritrova il suo orgoglio di un tempo e di un suo senso proprio.
Leggi il seguito di questo post »

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: