Nuove forme e interpretazioni per reinventare ciò che viene fatto da sempre

Posts Tagged ‘Fibra di vetro’

Nika Zupanc: rivisitare un’icona automobilistica in un gioco per bambini

In Giochi on 18 maggio 2013 at 8:00 am

kostantin-b

Nika Zupanc ha chiamato il suo progetto Kostantin B.
Il motivo ci è totalmente sconosciuto.

Le sue sembianze invece parlano chiaro.
Sembra la rivisitazione della livrea che contraddistingueva le linee della Deesse Citroen.

Non vi è alcun equipaggiamento di serie, nè airbag, nè impianto audio.
La cautela invece è pressochè obbligatoria.

Scocca: in fibra di vetro, colorato e laccato in finitura lucida.  Alluminio o ottone lucido.  Combinazioni di colore: nero, bianco, verde, giallo, rosso.
Leggi il seguito di questo post »

Annunci

Insoliti sofà ispirati ad una Porsche 917

In Arredo, Case history on 25 novembre 2012 at 11:00 am

Oggi vi raccontiamo una storia, a dimostrazione che il design rimane un’espressione spontanea, e che talvolta possa essere espresso da contesti in apparenza, completamente estranei.

Trevers e Ivor Walklett erano i due fondatori di Ginetta Auto LTD.
Il loro desiderio di creare e la passione per le automobili, li ha portati a disegnare prototipi ed a fare ricerca, prendendo spunto dalle più indovinate fogge che hanno contraddistinto il mondo delle corse degli anni ’70 ’80.

Marck Walklett , figlio di Trevers che è cresciuto in questo ambiente, con schizzi su pezzi di carta, ha seguito la vocazione del disegno tecnico, e la sua formazione gli ha permesso di porsi sempre e comunque con mente libera, davanti agli stimoli che il design propone, quando una determinata forma bussa alla porta dell’emozione.
Leggi il seguito di questo post »

Subwing: una nuova attrezzatura per volare sott’acqua

In Uncategorized on 20 marzo 2012 at 7:49 am

A guardarlo non dice nulla.  Si chiama Subwing e per comprenderlo abbiamo avuto la necessità di visionare un video.

Si tratta di una struttura in fibra di vetro snodata,  che simula la funzione di una pinna caudale di un pesce.
Si muove una volta trainata frontalmente da un propulsore.

Il fruitore, dopo averla abbracciata,  si lascia trascinare ancorato ad essa, ed una volta orientata verso il basso, concede la possibilità di “volare” sott’acqua.
L’invenzione così pensata, apre una nuova disciplina enesplorata.
Una via di mezzo fra lo sci nautico e lo snorkeling.
Leggi il seguito di questo post »

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: