Nuove forme e interpretazioni per reinventare ciò che viene fatto da sempre

Posts Tagged ‘Pietra’

Carraro Chabarik: mosaico contemporaneo

In Case history on 5 ottobre 2021 at 8:00 am

Carraro Chabarik è un progetto che crede nell’arte musiva, una bottega artigiana contemporanea che coniuga pensiero creativo e capacità realizzativa.
Il laboratorio ha sede nel centro storico di Udine e si occupa infatti sia dell’ideazione che della composizione dei mosaici.
Leggi il seguito di questo post »

Dario Sogmaister: essere mosaicista in Veneto

In Decorazione on 21 giugno 2021 at 8:00 am

Dario Sogmaister, originario del Veneto, realizza creazioni in mosaico ispirate ai cicli delle stagioni, alla natura, al paesaggio veneto e alla storia sacra.
Nel disegnare lo schizzo preparatorio, Sogmaister parte da ciò che la natura gli offre e lo lo rielabora affidando il delicato compito di costruire l’iconografia dell’opera ai colori delle pietre musive.
Leggi il seguito di questo post »

Thomas Brown: la professione di uno scalpellino

In Case history, Restauro on 17 giugno 2021 at 8:00 am

Thomas Brown è scultore e scalpellino. Lavora per il “London Stone Curving“, un team pluripremiato di scalpellini, scultori e costruttori con oltre quattro decenni di esperienza nella lavorazione della pietra.
Thomas e il suo team hanno lavorato su alcuni degli edifici storici più prestigiosi d’Inghilterra.
Leggi il seguito di questo post »

Platimiro Fiorenza: “corallaio”

In Case history on 29 marzo 2021 at 8:00 am

Nasce a Trapani nel 1944, e fin da bambino comincia a lavorare l’oro, l’argento, il corallo, a fare le sue prime incisioni, a conoscere le pietre. Figlio di un artigiano, orafo e corallaio, Platimiro Fiorenza ha mosso i primi passi nella bottega del padre.
Leggi il seguito di questo post »

José Manuel Castro López: stupire con le pietre

In Arte on 6 novembre 2020 at 8:00 am

L’artista spagnolo José Manuel Castro López trasforma pezzi anonimi di granito e quarzo in oggetti che sembra abbiano modificato il rispettivo stato fisico, presentandosi come compressi, in trazione o ritorti.
Quasi come se volesse divertirsi nel convincere lo spettatore di essere in grado di manipolare la pietra come fosse argilla.
Leggi il seguito di questo post »

Ramon Todo: intervalli di vetro su pilastri di pietra

In Arte, Riciclo on 26 ottobre 2020 at 8:00 am

Tra pezzi di cemento e pilastri di basalto, Ramon Todo posiziona sottili segmenti di vetro stratificato.
L’artista, nato a Tokyo, unisce frammenti di oggetti trovati che altrimenti sarebbero considerati rifiuti, come un mattone fatiscente della città di Iizuka o rifiuti di carbone, per riutilizzare il materiale esistente con un abbellimento brillante.
Leggi il seguito di questo post »

Kathleen Ryan: pietre per raccontare il decadimento di un frutto

In Arte on 28 settembre 2020 at 8:00 am

L’artista newyorkese Kathleen Ryan trae ispirazione per le sue sculture di grandi dimensioni da fonti naturali: frutteti di ciliegie, vigneti e miniere monerarie.
Kathleen è tuttavia nota al pubblico per come rappresenta la frutta in stato di decomposizione.
Leggi il seguito di questo post »

Turi Heisselberg: pietre modellate come pezzi architettonici

In Oggettistica on 15 settembre 2020 at 8:00 am

Turi Heisselberg è una designer danese.
Sui social ha condiviso la sua ultima collezione di oggetti minimalisti ed espressivi.
Sono ispirati da forme e colori organici, forme ondulate e geologia. Interagisce con forme architettoniche e modellazioni a computer.
Leggi il seguito di questo post »

Luiz Philippe: borse e valige in pietra e mosaico

In Curiosità, Decorazione on 7 gennaio 2020 at 8:00 am

L’artista brasiliano Luiz Philippe ha realizzato alcune “valigie speciali”.
Poco pratiche e molto pesanti.

Le sue sculture stanno viralizzando la piattaforma di Instagram.
Le ottiene modellando la pietra, o rivestendo le basi con mosaici e piastrelle.
Leggi il seguito di questo post »

Il mondo surreale di Genesis Belanger

In Arte on 13 agosto 2019 at 8:00 am

Utilizza gres, porcellana e cemento. Genesis Belanger stravolge e plasma oggetti familiari in scenari surreali. L’artista, con sede a Brooklyn, spesso raffigura arti distaccati, denti fuori posto e cibo.
Capita allora di ritrovare una scultura che mostra un hot dog sormontato da senape e che scompare in una borsetta simile alla bocca. Oppure di trovarne un’altra dove due dita disarticolate stringono una penna dalla struttura flaccida.
Leggi il seguito di questo post »

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: