Nuove forme e interpretazioni per reinventare ciò che viene fatto da sempre

Posts Tagged ‘Tipografia’

Tipografia Biagini: tipografi d’altri tempi

In Case history on 18 maggio 2017 at 8:00 am

La Tipografia Biagini è un’antica bottega artigianale, una delle ultime in Europa a comporre con caratteri mobili in piombo.
Ancora oggi sono utilizzate macchine del ‘900 per realizzare biglietti da visita e partecipazioni di nozze, ma anche ex libris, secondo la tecnica trasmessa dal Maestro Gino Biagini.
Dagli anni ’50 la Tipografia è anche casa editrice che stampa a mano e rilega artigianalmente.
Leggi il seguito di questo post »

Bond: robot e arte calligrafa

In Tecniche digitali on 4 agosto 2015 at 8:00 am

bondUn’azienda di New York ha creato un robot in grado di automatizzare l’antica arte calligrafica della scrittura manuale.

Il robot, un pò come gli automi meccanici inventati alla fine del ‘700 da ingegnosi orologiai svizzeri, mima il movimento della mano e, trattenendo una vera penna, imprime il messaggio che si desidera.
Leggi il seguito di questo post »

Tipoteca Italiana: un tesoro sperduto nel Veneto

In Itinerari on 20 novembre 2014 at 2:30 pm

tipoteca-italianaDalle parti di Cornuda, in provincia di Treviso, c’è un luogo il cui nome corrisponde a: Tipoteca Italiana.
Uno di quei posti che vale la pena andare a visitare.

Parla di tipografia: tecniche di stampa, caratteri, macchinari antichi recuperati.
Un vero patrimonio, raccolto principalmente nel museo, ma non solo.
Una biblioteca specializzata al suo interno ospita più di 5000 titoli, a cavallo tra ’800 e ’900; un’officina tipografica funzionante per realizzare stampati in tipo-impressione con caratteri mobili originali e soddisfare la richiesta di stampa tipografica di libri d’artista, manifesti e ogni altra tipologia di stampato di pregio.
Leggi il seguito di questo post »

Dyslexie: un font per dislessici

In Tipografia on 11 novembre 2014 at 2:30 pm

DyslexieUn designer olandese ha inventato un carattere che permette ai dislessici come lui di leggere più facilmente, senza che le lettere si mischino una con l’altra.

«I caratteri tradizionali sono progettati esclusivamente con un criterio estetico», scrive Christian Boer sul suo sito, «il che significa che spesso hanno tratti che li rendono difficili da riconoscere per le persone dislessiche.
Spesso per i dislessici le lettere di una parola sono confuse, si girano su se stesse e si mescolano perché sono troppo simili
».
Leggi il seguito di questo post »

Layout insoliti per notes tradizionali

In Tipografia on 23 giugno 2014 at 8:00 am

inspiration-padNell’era in cui tutto parla al digitale, c’è ancora qualcuno che pensa di rivisitare il concetto dei bloc notes.
E’ il caso dell’agenzia belga TM guidata da Marc Thomasset che ha appena pubblicato la seconda edizione del loro popolare taccuino.

Il volumetto gioca con nuovi layout sui quali esprimere liberi pensieri e note personali di ogni genere.
Stimolante per chi è alla ricerc di grafiche sempre nuove.
Con 48 pagine viene stampato su carta sostenibile.
Leggi il seguito di questo post »

Outmane Amahou: storia minimalista dell’arte

In Tecniche digitali, Tipografia on 8 ottobre 2013 at 8:00 am

Outmane-Amahou.1

Outmane Amahou è un grafic designer marocchino che vive in Francia.
Recentemente ha creato una serie di poster che prova a ricostruire, in stile asciutto e minimalista, le tappe fondamentali e recenti della storia dell’arte.

Attraverso la stilizzazione delle opere più conosciute, Outmane Amahou riassume il Rinascimento, l’Espressionismo, il Dadaismo e l’arte astratta.
Il colore dei poster non è casuale: Amahou spiega che il progetto nasce dall’osservazione dei lavori più celebri, da una sorta di riassunto visivo, creato nel modo più chiaro e leggibile possibile anche per i non addetti ai lavori.
È possibile vedere la serie completa sul suo sito e acquistare i poster nel suo negozio on line.
Leggi il seguito di questo post »

Hand made font: alla ricerca di nuovi caratteri

In Ispirazioni on 19 settembre 2013 at 10:00 am

hand-made-font.2Se consideraste Helvetica una banalità e Verdana qualcosa di consunto, c’è Hand made font: un valido portale sul quale ricercare un carattere fuori dal comune.

Qualora aveste il desiderio di associare un’insegna idonea alla materia prima che manipolate abitualmente, l’enorme mole di caratteri inseriti sarà sicuramente fonte di ispirazione.

Il servizio offerto consente di scaricare il font completo previo contributo economico.
Leggi il seguito di questo post »

Re-Vision: i supereroi di Forma e Co

In Tecniche digitali on 29 marzo 2013 at 8:00 am

re-vision.2

Il progetto si chiama Re-Vision, ed è un esercizio di stile per una società di comunicazione grafica.

Sia bene chiaro, i poster e le cartoline in oggetto li vendono veramente, ma di solito il loro lavoro non  è mai orientato verso l’utilizzatore finale,  e non sempre si sviluppa su loro libere iniziative.

Lo staff  spagnolo di Forma & Co ci regala così con uno stile gradevole, sintetico nelle forme come nei colori, eccellente nella coerenza per ogni personaggio, i più disparati ritratti di protagonisti del fumetto, dei film, dello sport e della musica, e non solo (…)
Leggi il seguito di questo post »

Wire: il progetto grafico di Dan Hoopert

In Tecniche digitali, Tipografia on 3 marzo 2013 at 8:00 am

Dan-Hoopert-Alphabet

Dan Hoopert è un diciottenne inglese alle prese con i primi studi universitari. Ha creato un intero alfabeto di lettere formate da “fili virtuali”.

Pur prendendo spunto dalla semplicità del font “Serif”, Dan si è divertito a complicare le cose ricreando l’architettura di ogni singola lettera, secondo un gusto del tutto personale.

Le lettere sembrano orditure di solidi complessi, quasi svuotate della loro componente oggettiva.
Utilizzando un software di elaborazione 3D, ha spogliato le lettere lasciando che la luce vi potesse penetrare.
Leggi il seguito di questo post »

Le cartoline virtuali di Lehel Kovacs

In Tipografia on 2 gennaio 2013 at 8:00 am

Lehel-Kovacs.1

Lehel Kovacs è un artista ungherese, grafico, illustratore e viaggiatore virtuale.

Se lo sviluppo di Google Street View ha visto nascere progetti artistici innovativi e interessanti,  i suoi disegni utilizzano l’innovatività del mezzo per esprimere quasi un ritorno al passato: una serie di cartoline di città del mondo, in ordine alfabetico, disegnate sulla tradizionale moleskine ed accompagnate da un lettering sempre diverso e mai banale.
Leggi il seguito di questo post »

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: